ANTIRASSEGNA

carta di credito

I soldi per la rassegna nazionale non ci sono mai.

Solo due delibere bastano per giustificare la realizzazione di un evento che in sette anni ha riempito gli hotel sempre!!!

15.900 Euri per mettere le renne con Babbo Natale in divieto di sosta !!! E la motivazione qual’è stata? Futura realizazione (quinid apertura verso Pasqua) di un centro commerciale a Fabriano che creerà crisi al commercio locale!!!! Come se non ci siano già due centri commerciali nuovi a Matelica !!!

(delibera renne in divieto di sosta da 15,900 euro).

Bravi continuate così dopo lamentatevi se c’è gente che si vuole buttare dal tetto dell’hotel perchè gli investitori si ritirano dal fantastico piano di promozione turistica Farroniano!

Non solo per far finta che a Matelica arrivano flotte di pullman delle scuole durante l’anno, è scattata l’operazione autoconvincimento: “Matelica città del turismo Scolastico”. Cartelli all’ingresso del paese che ci convincono ad essere quello che non siamo!!! COMPLIMENTI!!!

Non basta, per farci percepire che la mostra archeologica sarà l’evento dell’anno guardate che bella delibera hanno fatto !!! L’allego qui senno sembra che sia di parte !!! Commentate Voi !!!

delibera ufficio stampa da 30 mila euro

Dimenticavo il fantastico evento LibriAmo (altri 20.000 euri piu o meno) che è stato copiato da altri comuni che in Italia già lo propongono con stesso nome e finalità da ben sette anni !!!!! Ma qui abbiamo i nostri Santini !!!

Complimenti vivissimi!!!

Ci sono cose che non hanno prezzo: per tutto il resto c’è Matelica !!!

Annunci

4 thoughts on “ANTIRASSEGNA

  1. non so chi tu sia Joe ma ciò che hai detto è sacrosanto… piacere blogghiano il mio…. mi presneto … sono Matteo…. se poi tu sei Joe… il nostro Joe Stewart allora beh che dire…. fatte senti ogni tanto…. ciao ciao

    Mi piace

  2. Grazie Joe !
    Non so che dire, io ci provo a non mollare … ma i muri di gomma so’ duri da abbattere !!!
    Comunque condivido appieno quello che hai detto !

    Mi piace

  3. Il tre problema principali di Matelica risiedono:

    – Nella presenza ai piani alti dell’ U.C.A.S (ufficio complicazioni affari semplici)
    – Nella mancanza di un piano (contraddistinto però dalla presenza di migliaia di strategie aggrovigliate!)
    – Nella mancanza di fondi a sostegno del piano.(ma presenti nel 70% delle migliaia di strategie aggrovigliate!)

    Dovrebbero chiamarla la città della tuttologia. Si punta su tutto per richiamare turismo: miele, vino, scavi, mostre, romani, cultura, teatro, muschi, funghi. Orsù, che si dia comunicazione a queste ed altre iniziative a venire!

    Apprezzabile.
    Il punto è che comunicare costa. Non puoi comunicare tutto. E soprattutto c’è bisogno di un ritorno in quello che comunichi. Anche in termini di credibilità.

    La credibilità si gioca sulle edizioni e sugli organismi/patrocini che sostengono ogni anno una determinata manifestazione. Una volta raggiunta la credibilità, la comunicazione costa di meno.

    E’qui che una cittadina come Matelica può farti fare la differenza. In negativo. Spende milioni in comunicazione su eventi secondari, vanno male, insiste e comunica ancora….poi è chiaro che mancano soldi per gli eventi che riescono davvero a fare incrementare turisti (per le iniziative “a perdere” i soldi ci sono sempre)

    Mi rattrista pensare che la Rassegna
    nonostante il sostegno delle scuole, delle migliaia di presenze ogni anno e di rilevanti approvazioni istituzionali esterne, venga bistrattata in questo modo da chi amministra Matelica.

    Cosa ti dicono tra 4 edizioni? Malco, questo anno pel Lassegna tu avele solo 15.000 eulo..?!?? Se fanno anche il “festival dell’elmo romano” e “matelica, città del parcheggio”, vedrai, ci arriveranno a dirtelo.

    Cosa posso dirti da parte mia? Non mollare. Prima o poi qualche patrocinio importante sposerà la causa della Rassegna e quei 45.000 euro ci saranno tutti.

    C’è solo da combattere un bel po.

    Ma per fortuna Marco Costarelli è uno che non molla.

    Mi piace

  4. per cio che riguarda le luminarie approvo la tua descrizione… concordo appieno… per ciò che riguarda Libriamo … l’evento potrebbe anche starci e funzionare se abbinato a Musica della Scuola visto che l’Unicam cofinanzia il progetto e Unicam significa Scuola……potremmo sempre ideare un premio Unicam dato dagli studenti alle Scuole meritevoli secondo i loro interessi musicali….. o no? e poi quest’anno gli stand erano vuoti a libriamo…. ottima invedce la presentazione del libro Il cuoco maceratese di nebbia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...